Manteniamo il Passo: Seconda Campagna Nazionale

Manteniamo il Passo: Seconda Campagna Nazionale

Seconda Campagna nazionale per la prevenzione dell'obesità e la promozione di uno stile di vita sano e attivo. Il progetto "Manteniamo il passo - Seconda campagna nazionale" intende:

  • Raccogliere dati e informazioni sulle abitudini alimentari e sugli stili di vita degli alunni delle scuole primarie e secondarie di età compresa fra i 9 e i 16 anni e delle loro famiglie, nelle province di riferimento delle sedi di attuazione coinvolte.
  • Sostenere corretti stili di vita fra i bambini e i ragazzi, attraverso la diffusione di informazioni e consigli sulle abitudini alimentari più adeguate e lo sviluppo dei valori educativi dello sport e del movimento più in generale fra individui di qualsiasi età, privilegiando i bambini in età scolare, gli adolescenti e gli anziani.
  • Riscoprire e valorizzare il territorio e le sue specificità attraverso la promozione di iniziative sportive non agonistiche all'aperto.
  • Attivazione di forme di coordinamento e collaborazione tra promozione socio-sanitaria, sportiva, culturale, turistica ed ambientale.

Obiettivi Specifici del Progetto: All’interno di questo quadro di finalità generali, le attività in programma si propongono il perseguimento dei seguenti obiettivi specifici:

  1. Creazione di un canale di contatto con le scuole e le realtà aggregative giovanili del territorio per individuare il target da coinvolgere nella ricerca. Ogni sede di attuazione del progetto attiverà contatti con le scuole primarie e secondarie del territorio, oltre che con associazioni sportive dilettantistiche, oratori, circoli culturali, ludoteche, etc. e attraverso accordi con dirigenti, operatori, assistenti, insegnanti e/o genitori (con i quali verranno organizzati degli incontri preliminari), individuerà i bambini ed i ragazzi d’età compresa fra i 9 e i 16 anni da coinvolgere nell’indagine, previa autorizzazione dei genitori e/o tutori legali.
  2. Indagine conoscitiva approfondita sugli stili di vita:
    • I volontari saranno chiamati a somministrare mensilmente almeno 10 questionari, dietro autorizzazione sottoscritta dai genitori e/o dai tutori legali qualora differenti, precedentemente definiti dalla segreteria nazionale ANCoS con la collaborazione dell’Ufficio Studi nazionale Confartigianato, partner di progetto. I questionari avranno ad oggetto le abitudini alimentari dei minori in età scolare (9-16 anni) ed i loro stili di vita in termini di impiego del tempo libero e svolgimento di attività fisica in orario extra-scolastico. 

La somministrazione dei questionari avrà come finalità:

  • Verificare la correttezza - in termini nutrizionali (qualitativi e quantitativi) - delle abitudini alimentari degli alunni coinvolti nell’indagine.
  • Raccogliere informazioni sulla diffusione delle attività sportive e più in generale del movimento fra i destinatari stessi.
  • Comprendere il loro grado di consapevolezza sui rischi a cui vanno incontro in caso di stili di vita disordinati e di abitudini alimentari irregolari 
  1. Creazione ed aggiornamento di 1 database:
    • I dati raccolti tramite i questionari saranno caricati di volta in volta dai volontari in un database messo a loro disposizione sulla piattaforma "Lime" dalla segreteria nazionale ANCoS, che potrà verificarne il corretto inserimento ed effettuare la sintesi e l’interpretazione degli stessi.
  2. Distribuzione di materiale informativo:
    • Nei momenti di incontro con le scuole e in occasione della somministrazione dei questionari, i volontari distribuiranno materiale informativo sulle corrette abitudini alimentari (n. 1 vademecum e n. 3 opuscoli a tema) predisposto dall’équipe nazionale di progetto con l’ausilio di esperti e messo a disposizione di tutte le sedi di attuazione dell’iniziativa.
  3. Diffusione risultati:
    • E’ prevista l’organizzazione periodica di seminari per la disseminazione dei risultati ottenuti tramite l’elaborazione e la sintesi dei dati raccolti, con la collaborazione degli esperti dell’Ufficio studi nazionale di Confartigianato (partner del progetto).
    • la diffusione dei dati avverrà anche mediante l’invio di una newsletter periodica destinata a tutti gli operatori locali dell’associazione e mediante la pubblicazione degli stessi sul sito ufficiale dell’ANCoS (www.ancos.it) nella sezione dedicata al servizio civile.
    • E' prevista, inoltre, la predisposizione di comunicati stampa e di articoli da pubblicare sulla rivista dell’ANCoS (Nuovi Percorsi) e del partner di progetto ANAP (Persone e società), nonché attraverso l’ausilio ed i canali messi a disposizione dal partner MAB.q.
  4. Organizzazione giornata nazionale di sensibilizzazione ad un corretto stile di vita con distribuzione materiale informativo e promozione del movimento: I dati raccolti tramite i questionari costituiranno la base per avviare una campagna capillare di informazione e sensibilizzazione sul tema oggetto dell’iniziativa, che avrà come fulcro la promozione di una Giornata nazionale per la sensibilizzazione della cittadinanza sull’importanza di corretti stili alimentari e di vita. Ogni volontario potrà decidere in autonomia – col supporto dell’équipe nazionale e degli operatori locali di progetto – le modalità di organizzazione della giornata a livello territoriale (camminata solidale, seminario informativo con esperti di settore, banchetti in piazza...). L'evento costituirà inoltre occasione per estendere la conoscenza dei servizi offerti dai volontari presso le sedi di attuazione e per raggiungere la più ampia fascia di popolazione possibile.

Attività d'impiego dei volontari: I giovani volontari in servizio civile, coadiuvati dal supporto dell’OLP, dei formatori e degli operatori dell’associazione coinvolti, e con la supervisione dell'équipe nazionale di progetto, dovranno gestire e partecipare alle seguenti attività:

  • Partecipazione ai percorsi formativi (formazione generale e specifica) previsti dal progetto, sia che si svolgano in aula, in affiancamento o a distanza (piattaforma FAD).
  • Ricerca dati sulle abitudini alimentari e sugli stili di vita della popolazione già presenti sui siti web di settore e sui giornali, per individuare le basi da cui partire per la definizione dei contenuti dell’indagine conoscitiva.
  • Individuazione e contatto con le scuole e le associazioni con cui organizzare incontri mirati alla condivisione del progetto e delle sue finalità - alla presenza di un numero rappresentativo di genitori - per l’individuazione del campione di utenti cui somministrare i questionari.
  • Compilazione insieme agli alunni coinvolti (dietro autorizzazione scritta dei genitori) di almeno 10 questionari al mese ed inserimento dei dati raccolti nel database predisposto.
  • Partecipazione e collaborazione ad eventi e manifestazioni a livello nazionale 

Sedi di svolgimento e posti disponibili: 

Numero dei volontari da impiegare nel progetto: 35 

Numero posti senza vitto e alloggio: 35

  • Gestione della rassegna stampa del progetto con la raccolta mensile di tutti gli articoli presenti sui mass media riguardo alle iniziative promosse.
  • Inserimento negli sportelli informativi e d'ascolto delle sedi di attuazione, dove impareranno a gestire il servizio di accoglienza e supporto degli utenti in maniera sempre più autonoma.
  • Partecipazione e gestione di incontri nei presso i propri territori in cui presentare il progetto, distribuire il materiale informativo, sensibilizzare i presenti e somministrare i questionari.
  • Partecipazione attiva all’organizzazione e alla realizzazione di campagne e giornate di sensibilizzazione a livello territoriale. In tali occasioni, i volontari dovranno individuare e contattare eventuali esperti da coinvolgere e offrire loro supporto logistico.
  • Coinvolgimento nella realizzazione e distribuzione del materiale informativo predisposto nel corso del periodo di svolgimento del progetto.
  • Partecipazione a riunioni di coordinamento e supervisione del progetto nel corso del servizio.