Info Utenza
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Facendo click su un qualsiasi link di questa pagina, stai dandoci il consenso a poterli utilizzare. Per maggiori informazioni consultare la pagina dei cookie
 

Accesso Utente

CAPTCHA
Questo è un test anti-spam
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Buone Pratiche territoriali

Data evento: 
Martedì, 20 Marzo, 2012 - 11:00

Attività comitati provinciali

In ambito territoriale, attraverso i singoli Comitati provinciali, l'ANCoS organizza, spesso in collaborazione con l’Anap, con la CRI e con numerose associazioni di volontariato attive a livello locale, eventi e manifestazioni a carattere culturale, sportivo, ricreativo e assistenziale, nonché corsi di informazione su tematiche socio-sanitarie, con particolare riferimento ad argomenti di interesse specifico della terza età; nello specifico i comitati provinciali hanno potenziato e offerto:

  • Servizi alla persona: Buona esperienza è stata maturata dal Comitato Provinciale di Udine che oltre ad aver attuato per primo, in una sede di proprietà, uffici di Confartigianato persone e circolo ricreativo può vantare esperienze di trasporto degli infermi ed altro. Anche il Comitato di Benevento con la cooperativa “Diversamente Abili” ha sviluppato una serie di servizi alle persone disabili ed anziane.
  • Attività di ascolto e volontariato: il Comitato di Arezzo con lo sviluppo del Punto Aiuto ha potenziato le attività ad esso correlate (nonni nipoti, tornei, mercatino della solidarietà, cena per i meno fortunati, il complesso Sempre Giovani, ecc) diventando certamente un punto di riferimento.
  • Attività di aggregazione: il Comitato di Ancona, oltre ad aver portato avanti molte attività culturali, sociali e ricreative  per i soci artigiani pensionati (sfilate di moda con modelle non più giovani e con l’ausilio di estetiste, parrucchiere, barbieri, sarti in pensione) ha sostenuto l’Istituto Bignamini di Falconara, ed organizzato molti incontri divulgativi per la lotta all’Alzheimer denominati  “conoscere per prevenire”.

Fra i principali appuntamenti e programmi va segnalato, nello specifico, il progetto “Nonni e nipoti” organizzato e gestito da numerose realtà territoriali con l’obiettivo di mettere in risalto la figura dei nonni e la loro preziosa opera all’interno della famiglia, con particolare riferimento al rapporto che essi instaurano con i nipoti, soprattutto in presenza di genitori che lavorano. 

Il programma, indirizzato agli alunni delle scuole materne, elementari e medie inferiori, ha da subito riscosso un grande consenso, grazie al suo intento di valorizzare la persona in quanto tale, a prescindere dall’età, e la famiglia nel suo complesso.

Particolare attenzione è stata rivolta all’importanza delle relazioni intergenerazionali all’interno dei contesti familiari, attraverso lo scambio di conoscenze, idee, esperienze, cura, tutela ed assistenza, ed il contributo economico e patrimoniale a supporto delle esigenze espresse da figli e nipoti nell’ambito degli stessi.  Un vero e proprio omaggio ai nonni, al loro valore, al loro prezioso contributo quali “collanti” familiari e sociali.

Altri esempi di Buone Pratiche dal territorio

Buone Pratiche: Eventi Confartigianato Persone