Info Utenza
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Facendo click su un qualsiasi link di questa pagina, stai dandoci il consenso a poterli utilizzare. Per maggiori informazioni consultare la pagina dei cookie
 

Accesso Utente

CAPTCHA
Questo è un test anti-spam
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

33ima Giornata mondiale del Turismo

28 Settembre, 2012
33ima Giornata mondiale del Turismo

In occasione della Giornata mondiale del Turismo il 27 settembre 2012 si è tenuta la Conferenza stampa “Turismo e sostenibilità energetica propulsori di sviluppo sostenibile”, indetta dal Ministro del Turismo, Piero Gnudi, presso il Dipartimento per gli Affari Regionali, il Turismo e lo Sport, al termine della quale è stato firmato il “Protocollo d’Intesa per l’adozione dei principi del Codice Mondiale di Etica del Turismo” alla cui elaborazione ha partecipato anche FITUS la Federazione Italiana di Turismo Sociale a cui ANCoS – Confartigianato aderisce.
I soggetti che hanno firmato il protocollo sono: il Ministro degli affari regionali, il Turismo e lo Sport e le Regioni Italiane e CONFTURISMO, FEDERTURISMO e ASSOTURISMO, FITUS e AITR

Alcuni punti fondamentali del Codice:
“Promuovere politiche di adesione e conformità dei principi del Codice al fine di favorire un turismo responsabile volto al rispetto dell’ambiente e del patrimonio artistico e culturale e alla promozione di uno sviluppo sostenibile dell’ambiente e delle risorse naturali (art. 3), alla qualità dei servizi, nonché alla qualità dell’offerta (art. 6) e al livello di professionalità degli operatori (art.9);
Inoltre “favorire azioni di sostegno alla diffusione della cultura del Turismo etico e responsabile, in linea con le politiche e gli obiettivi promossi nell’ambito del territorio nazionale” e organizzare eventi informativi per la diffusione del Codice, al fine di favorire l’adesione delle imprese associate ai suoi principi;
Infine “condividere azioni e progetti specifici, impegnandosi a periodiche verifiche sui risultati conseguiti presso un apposito Tavolo tecnico costituito in seno al Dipartimento, al fine di favorire il confronto, a vari livelli, tra gli attori coinvolti e la replicabilità dei risultati ottenuti, nell’ottica di una progressiva messa a regime delle politiche di diffusione di un Turismo etico secondo i principi del Codice."