Più Sicuri Insieme: Seconda campagna nazionale di informazione e sensibilizzazione contro truffe e raggiri agli anziani

Più Sicuri Insieme: Seconda campagna nazionale

Visto il successo della prima edizione per i risultati raggiunti l'ANCoS ha deciso di partecipare al Bando del Servizio civile 2015 presentando la seconda campagna nazionale Più Sicuri Insiemeprogetto di informazione e sensibilizzazione contro le truffe e i raggiri agli anziani che il Dipartimento ha approvato e finanziato.

Il Progetto

Il progetto intende attivare gli anziani perché siano essi stessi protagonisti della loro sicurezza sociale, attraverso la realizzazione di specifici servizi di informazionesensibilizzazione, ascolto attivo e supporto relativamente ai rischi legati a truffe e raggiri. Inoltre intende promuovere e rafforzare le reti sociali in cui gli anziani vivono al fine di stimolare l'attenzione di quelli più fragili e accrescere la cultura della difesa civile non violenta dei cittadini più vulnerabili, con particolare riguardo agli anziani.

I volontari in Servizio Civile

I 31 volontari in servizio civile (uno per ogni sede) supportati dell'OLP, dai formatori, dagli operatori delle associazioni coinvolte, e con la supervisione dell'équipe nazionale di progetto, saranno chiamati a partecipare ai percorsi di formazione generale e specifica organizzati a livello nazionale e locale in presenza e a distanza (piattaforma FAD) e realizzare molte attività per il proseguimento della prima campagna, tra cui, la ricerca dati sul fenomeno di truffa agli anziani nei siti web di settore e sui giornali anche realizzando una rassegna stampa del progetto con la raccolta mensile di tutti gli articoli presenti sui mass media riguardo alle iniziative promosse e quella di partecipare e collaborare ad eventi e manifestazioni a livello nazionale. Saranno inoltre inseriti come operatori negli sportelli d’ascolto dove impareranno ad  accogliere e supportare gli utenti in maniera sempre più autonoma e dovranno organizzare incontri informativi per la presentazione del progetto presso luoghi di aggregazione degli anziani come patronati e centri anziani.

Infine come per il primo anno dovranno somministrare almeno 15 questionari al mese ed inserire i dati raccolti nel database dedicato.

Più Sicuri Insieme: le sedi coinvolte

Ancona - Aprilia - Arezzo - Ascoli Piceno - Avezzano - Caltanissetta - Catania - Chieti - Cremona - Crotone - Cuneo - Enna - Foggia - Frosinone - Grosseto - La Spezia - Lecce - Mantova - Novara - Perugia - Pisa - Prato - Palermo - Pistoia - Reggio Calabria - Roma - Savona - Terni - Torino - Udine - Viterbo