Sala degli Zuccari

A Spello la Sala degli Zuccari del Palazzo Comunale, torna a splendere dopo un importante intervento di recupero grazie al prezioso contributo ANCoS tramite il proprio comitato provinciale di Foligno.

Finanziato con 35.000 euro, derivante dal 2×1000, ha permesso la revisione dell’intera stanza e il recupero con particolare attenzione al soffitto ligneo dipinto con la fascia tangente allo stesso decorata ad affresco, delle pareti dipinte, dei portali e del camino in rilievo a stucco dipinti a finto marmo.

Il Palazzo Comunale

La sala prende il nome dagli affreschi risalenti al XVI secolo vengono attribuiti alla bottega di Federico Zuccari. Lungo le pareti dell’atrio sono presenti una ricca raccolta di iscrizioni di epoca romana e medievale.

Al primo piano, presenti sul soffitto della Sala dell’Editto, la rappresentazione con affreschi di una Spello del passato. All’interno della sala è presente il Rescritto di Costantino, una iscrizione su pietra risalente tra il 333 e il 337 d.C.. Presente nello stesso piano della Sala, una ricca biblioteca comunale con oltre 4.000 volumi in un ricco arredo in legno dipinto del XVII secolo.

Nel palazzo comunale infine, presente la Collezione Emilio Greco, scrittore, scultore e illustratore, con una collezione di 38 opere tra disegni, litografie e grafiche.

Scroll to Top