Progetto WEDO FABLAB

Il progetto WE DO FABLAB è partito per garantire l’accesso alle tecnologie oggi e fornire ai cittadini gli strumenti per la diffusione e l’apprendimento delle competenze digitali è una necessità irrinunciabile. L’Italia si trova agli ultimi posti della graduatoria europea in alfabetizzazione digitale e l’obiettivo delle discussioni iniziali consisteva nel capire quali azioni, operative e strategiche, fosse possibile avviare per invertire la rotta e facilitare lo sviluppo di pratiche e tecnologie che avrebbero avuto significative e positive ricadute in tutto il territorio.

L’impresa non è delle più facili, oggi infatti è necessario parlare di innovazione diffusa perché non si tratta di un affare per pochi: la capacità di guardare con occhi diversi e modificare ciò che ci circonda è diventata un’esigenza di cittadinanza e quindi la sfida è culturale.

Finora l’approccio tecnologico è sempre stato inquadrato come percorso formativo specializzato, per qualcuno ma non per tutti. Oggi è necessario farlo diventare una ricetta da cucinare ogni giorno, composta da ingredienti come il pensiero critico, la capacità di analisi e di lavorare in gruppo.

Per le aziende e i liberi professionisti il WE DO FABLAB è un luogo in cui sfruttare nuove tecnologie di fabbricazione digitale, ingegnerizzando prodotto e processo produttivo ed intervenendo in tempo reale sulle modifiche di progetto. Durante i giorni di apertura il laboratorio è aperto ad ogni forma di sperimentazione: studenti, hobbisti e imprenditori si ritrovano per realizzare prototipi e sperimentare le tecnologie del futuro.

La costante necessità di completare un processo di innovazione sociale e tecnologico in cui gli attori coinvolti collaborano costantemente per garantire un servizio efficiente alla collettività – dal cittadino che desidera implementare le proprie competenze tecniche e relazionali, alle aziende che aspirano ad innovare i propri processi di fabbricazione per poter essere maggiormente competitive sul mercato, In questo contesto innovativo, grazie al contributo 5 per mille, l’ANCoS di Novara ha finanziato l’acquisto di:

  • Braccio robotico Comau e.DO: € 7.300
  • Implementazione taglio laser 130W: € 4.500
  • Mini taglio Laser per laboratori itineranti + filtro aspirazione fumi: € 1.500
  • Macinatore + Estrusore per riciclo plastica Felifil: € 2.600
  • Macchina per il taglio del polistirolo: € 400
  • Kit ugelli rinforzati per Stampa 3D di materiali compositi: € 300
  • Kit Wearable – Elettronica e tessuti: € 1.000
  • Materiali di consumo vari: € 2.400

Tutte le attrezzature elencate verranno utilizzate all’interno della sede di Omegna per attività di formazione e sperimentazione, prevedendo eventi ad hoc (open day, seminari) dedicati all’uso e all’approfondimento delle tecnologie associate.

L’obiettivo delle nuove acquisizioni è quello di ottenere un impatto tecnologico e sociale positivo e misurabile sul territorio circostante, attivando nuovi progetti e collaborazione, in particolar modo con le scuole del territorio compreso tra la provincia del Vco e Novara.

Anno finanziario: 2021 – Importo finanziato: € 20.000,00

progetto Wedo Fablab finanziato da ANCoS
Torna in alto