Casa Amatrice

A seguito dei drammatici eventi che hanno colpito nel 2016 e 2017 il centro Italia e in particolare la città di Amatrice, cui il terremoto ha sottratto in pochi istanti secoli di cultura, sacrifici, storia e identità, oltre alla perdita incommensurabile di vite umane, l’ANCoS, di concerto con l'amministrazione comunale del centro devastato dal sisma, ha destinato una parte del contributo 5 per mille all’acquisto di un prefabbricato in legno di pino con il sistema block-house da destinare a centro di aggregazione, sala riunioni, angolo cinema e teatro, per ridare speranza alla popolazione locale, offrendo loro uno spazio comune di incontro, aggregazione, dialogo, oltre che per lo svolgimento di attività ludiche nel tempo libero di bambini, adulti e anziani.

La consegna, dopo gravi difficoltà e rallentamenti dovuti in parte a problemi di ordine pratico, in parte alla burocrazia e ultimamente ai rallentamenti ed alle chiusure legati alla pandemia, è avvenuta e si sta attualmente procedendo all’allestimento ed alla sistemazione del prefabbricato, in modo da renderlo fruibile nel più breve tempo possibile, compatibilmente con la gestione delle emergenze quotidiane che i cittadini e gli amministratori di Amatrice si trovano a dover affrontare.

Si tratta di un piccolo gesto di solidarietà e vicinanza che l’ANCoS ha voluto manifestare, nella speranza che la popolazione possa continuare a riprendere in mano la propria vita, le proprie radici, il proprio territorio.

Anno: 2020-2021 - Importo dedicato: € 51.016,00