Sollevatore per disabili

Nella seconda metà del 2018 l'ANCoS ha promosso, dietro segnalazione dei propri operatori sul territorio, il progetto "sollevatori per disabili". In questo caso, i soggetti coinvolti direttamente sono stati i comitati territoriali e quelli coinvolti indirettamente sono stati i centri diurni, le associazioni o le cooperative che si occupano di assistenza/cura degli anziani e delle persone non autosufficienti o con gravi limitazioni alla mobilità. 

L'iniziativa si è inoltre rivolta, alternativamente (come nel caso di Trieste) a piscine o centri sportivi con attività dedicate in maniera specifica alle persone con disabilità.

Il contributo cinque per mille è stato impiegato per l'acquisto e la donazione di sollevatori per disabili (con caratteristiche differenti a seconda dei soggetti beneficiari e dell'ente/associazione coinvolti dal comitato di riferimento). Anche in questo caso, visto l'impegno costante di ANCoS e Anap nei confronti degli anziani, soprattutto di quelli più fragili e in condizioni di maggior vulnerabilità e isolamento, ha determinato la scelta di un progetto capace di offrire un reale supporto ai beneficiari diretti, ma anche agli operatori che lavorano con grande impegno e motivazione in realtà che accolgono e sostengono ogni giorno migliaia di persone anziane, non autosufficienti, sofferenti, altrimenti sole. 

Ad oggi e per questa prima edizione del progetto, hanno aderito all’iniziativa circa 20 comitati territoriali, tramite i quali sono stati consegnati n. 16 sollevatori mobili, 1 sollevatore per piscina, 2 sollevatori fissi con sistema monorotaia e1 sollevatore fisso con sistema birotaia.