Presentazione Progetto Percorsi Accoglienti

Data Comunicato: 
Venerdì, 22 Marzo, 2019 - 13:30

Confartigianato Imprese lancia un nuovo modello di turismo sostenibile. Confartigianato Imprese lancia il Progetto Percorsi Accoglienti: un nuovo modello di turismo sostenibile che mette al centro la bottega artigiana.

Oggi molte località ricercate dai turisti stanno perdendo di autenticità. Le botteghe lasciano il posto a negozi di souvenir stereotipati, le abitazioni lasciano il posto ai bed&breakfast e anche i ristoranti abbandonano la cucina locale per menù anonimi e standardizzati. 

Il Progetto di Confartigianato ha lo scopo di rilanciare l'artigianato e tutto il territorio che lo contiene prima che il danno sia irreversibile, perché crediamo che la chiave del futuro del turismo sia nell’autenticità e nel benessere di tutta la comunità locale, fatta di imprese, residenti e turisti.

Percorsi accoglienti è stato studiato e realizzato con Confartigianato dal Prof. Giancarlo Dall'Ara, ideatore dell'Albergo Diffuso e Presidente dell'Associazione Alberghi Diffusi.

Un Percorso Accogliente è un modello di organizzazione e di gestione delle risorse turistiche e culturali di un territorio, nel quale hanno un ruolo fondamentale le persone e le loro competenze. Ha lo scopo di dare vita ad una nuova proposta, o meglio un nuovo attrattore per i centri storici e i borghi del nostro Paese, ed ha come motore la bottega artigiana.

Il progetto ha l'obiettivo di dare una centralità culturale - prima ancora che economica - agli artigiani che operano nei centri storici, ma intende anche stimolare nuove funzioni per le botteghe artigiane, allo scopo di occupare un posizionamento più forte nella comunità e nel territorio, così da ottenere come ricaduta un miglioramento della loro performance, ed una maggiore integrazione con il tessuto economico e turistico locale.

I primi Percorsi Accoglienti in fase di realizzazione sono a Palermo e a Cremona, ma molte altre città si aggiungeranno presto. Il progetto Percorsi Accoglienti è finanziato con il contributo 2 per mille di ANCoS Confartigianato.