Librixia 2018: cresce la voglia di cultura a Brescia

Librixia 2018

Librixia 2018: cresce la voglia di cultura a Brescia con più incontri, più espositori, più ascoltatori nell'Agrobresciano Arena di Piazza Vittoria. Oltre 180 tra giornalisti, scrittori, critici, politici e moderatori coinvolti. Più di 30 case editrici locali e nazionali rappresentate e una passione crescente che si è fatta sentire per nove giorni consecutivi con Librixia - Fiera del Libro di Brescia, manifestazione culturale rinnovata nelle ultime cinque edizioni nel nome e nel format grazie all'ormai consolidata collaborazione tra Comune di Brescia e Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia Orientale, attraverso il proprio Circolo Culturale Ancos.

"Una formula perfetta" l'ha definita il presidente di Ancos Confartigianato Brescia Eugenio Massetti che prosegue: "Brescia ha scoperto il suo "tondino di carta", preludio di un possibile cambio d'immagine della "Leonessa" in città della Cultura".

L'edizione di quest'anno si è aperta con l’iniziativa Aspettando Librixia e l’incontro con l’economista Carlo Cottarelli che ha presentatoil suo ultimo libro I sette peccati capitali dell’economia italiana. Tra i settantasei incontri, sguardo particolare all'editoria locale e agli autori bresciani e alle case editrici locali spaziando dall'arte allo sport, dai gialli alla poesia, dalla storia locale alla psicologia con l'inserimenti quest'anno del fumetto e degli appuntamenti per bambini.

Non sono mancati gli incontri con le scuole, con la Poesia e nuove collaborazioni con enti e associazioni che promuovo il territorio, all’insegna della capacità di fare rete per valorizzare la cultura e sostenere la lettura. Oltre alla stretta collaborazione con Comune di Brescia, il patrocinio di Provincia di Brescia e Regione Lombardia, lo sponsor della BCC Ale collaborazioni con LABA - Libera Accademia di Belle Arti di Brescia, per l’allestimento artistico del palcoscenico e per la direzione della fascia dedicata alla poesia, "Casa della Memoria" per gli incontri dedicati al tema della memoria e dell’incontro, CTB Centro Teatrale Bresciano, Casa Circondariale del Verziano e poi Musil - museo dell'industria e del lavoro, Rete Bibliotecaria Bresciana e Sistema Bibliotecario Urbano, Brescia Underground, Rangoni & Affini, l’Accademia Acconciatori di Confartigianato Brescia, il Centro Formazione Provinciale, Abibook e Notte della Cultura.

Quest'anno Librixia – Fiera del Libro di Brescia si è fatta promotrice di un’importante operazione di coinvolgimento degli Enti di Formazione della Provincia di Brescia grazie all’adesione del coordinamento provinciale che ha abbracciato sin da subito l'iniziativa, quale occasione di formazione umana, oltre che professionale e scolastica per i suoi studenti. Durante la manifestazione, a turno, oltre ottanta studenti du otto centri professionali si sono alternatti nella guida dei visitatori e degli ospiti della kermesse, nella divulgazioni delle principali informazioni al pubblico e nella cura dello sviluppo social e mediatico dell’evento. Dei veri e propri "angeli della lettura"!

IL GRIFONE D'ACCIAIO premia i maturandi più meritevoli

L'iniziativa, frutto della collaborazione tra Confartigianato Brescia e Rangoni & Affini Volkswagen veicoli commerciali e industriali Scania Brescia è dedicata a giovani maturandi meritevoli ed è stata presentata in occasione della fiera del Libro Librixia 2018 alla presenza dell'ingegnere Natalino Affini Ad Rangoni & Affini, del presidente Gruppo Giovani Confartigianato Davide Peli, del vicepresidente di Confartigianato Brescia Bruno Bettinsoli, del'assessore all'istruzione del Comune di Brescia Fabio Capra e del dir. Gen di Rangoni & Affini Fabio Zoli. Un premio in denaro riservato ai migliori studenti ritenuti meritevoli, a seguito della partecipazione del concorso e a valutazione di commissione giudicatrice. Un progetto che si pone come il punto di partenza di un percorso che proseguirà anche negli anni a venire, utile occasione di confronto aperto al mondo scolastico bresciano.

Presente anche l'Accademia Acconciatori, perché la cultura è bellezza! Da oltre mezzo secolo Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia Orientale investe nei giovani, mettendo a disposizione l’Accademia Acconciatori come sintesi di dinamicità e preparazione, in un contesto moderno, raffinato e tecnologicamente all’avanguardia.

Un'Accademia fondata nel 1963 e da allora prepara, forma e qualifica centinaia di allievi che intendono intraprendere la professione di acconciatore, una figura ancora fortemente ricercata sul mercato del lavoro.

Quest'anno, ragazzi e docenti dell’Accademia Acconciatori erano presenti, con un attrezzato corner, per informare su corsi e iniziative e, nell’occasione, acconciare ospiti e visitatori. Perché la cultura è bellezza!