Continuano i lavori per realizzare il Giardino della Ceramica al Priamar

fossato di sant'anna

Si appresta a diventare realtà il progetto di riqualificazione del Fossato di Sant'Anna promosso da Confartigianato Savona, che si aggiunge a Particelle, l'attività di insediamento artigiano nelle cellette della Sibilla avviata da oltre due anni.

Finalmente l’associazione di categoria savonese ha ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie e lo scorso 8 ottobre il cantiere ha ufficialmente avviato la sua operatività.

Nella primavera del 2021, quindi, il Priamar potrà offrire a cittadinanza e turisti il nuovo Giardino della Ceramica, realizzato tramite i fondi del 2x1000 del 2018 destinati ad Ancos di Confartigianato.

"Oggi inizia la fase di cantiere, quella che tra qualche mese porterà ad aprire i cancelli di un'area suggestiva della fortezza fino ad oggi preclusa al pubblico" commenta Giancarlo Grasso Presidente di Confartigianato Savona. Il fossato di Sant'Anna è il belvedere sottostante al camminamento che collega il Maschio al Palazzo della Sibilla.

Sarà arredato con opere in ceramica secondo un progetto approvato dalla Soprintendenza e realizzato dall'architetto Daniela Donisi, professionista savonese vincitrice del premio Festival des Jardins de la Côte d'Azur 2019: "È grande la soddisfazione nel vedere l'avvio dei lavori per la realizzazione del Giardino della Ceramica. Questo luogo dalle caratteristiche uniche, sarà finalmente valorizzato grazie ad un intervento che mette l'accento sull'arte e sul knowhow artigiano della storica manifattura ceramica della città di Savona. Il tutto sarà sottolineato da un inserimento vegetazionale di impronta contemporanea e di forte impatto".

Si tratta, quindi, di un lavoro a quattro mani con il ceramista Carlo Bernat, Maestro Artigiano, che ha realizzato tutti i componenti ceramici che arrederanno il nuovo giardino savonese e che commenta: "Un interessante progetto di arredo urbano che vede la ceramica come elemento protagonista. Nell'economia della composizione, che richiama una visione orientaleggiante, i manufatti assumono una funzione ludico decorativa".

Confartigianato Savona ha da subito letto in questo progetto un'opportunità turistica, sociale e anche formativa: "Abbiamo affidato la realizzazione agli studenti dei corsi di Operatore del Verde e Operatore dell'edilizia rispettivamente degli enti di formazione professionale Isforcoop Savona con Elfo Liguria e Ente Scuola Edile Savona. Oltre ad essere un’esperienza formativa unica di lavoro sul campo, gli istituti hanno accolto da subito positivamente la nostra proposta anche per la valenza culturale e di cura del patrimonio cittadino".

Valentina Pesce direttrice di Elfo Liguria: "Le attività formative in campo testimoniano l'efficacia del learning by doing: i ragazzi del percorso triennale per Operatore Agricolo di Isforcoop ed ELFo si sono resi protagonisti di un'efficace opera di riqualificazione ambientale propedeutica alla realizzazione delle opere strutturali concernenti il Giardino della Ceramica".

Plauso all'iniziativa dal Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio: "Da quando Confartigianato accolse la proposta dell'Amministrazione Comunale di dare nuova vita alla Fortezza, promuovendo le iniziative di Particelle e del Giardino della Ceramica, si è avviato un percorso virtuoso che oggi trova l'ultima fase di concretizzazione. Si tratta di un'operazione di riqualificazione che restituirà un nuovo spazio dove cultura, arte e territorio saranno a disposizione dei savonesi".

Potrebbe interessarti:

  • iniziati i lavori per realizzare il giardino della ceramica
    iniziati i lavori per realizzare il giardino della ceramica
  • avviato il progetto
    avviato il progetto
  • i lavori al Priamar
    i lavori al Priamar
AllegatoDimensione
Articolo da Il Secolo XIX del 12-10-2020676.1 KB
tags: 
2x1000, ANCoS, Notizie

Condividi