Progetti 2x1000

Nel corso del 2018, l'ANCoS ha percepito, a seguito dell'iscrizione nell'elenco degli enti beneficiari, gestito dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il contributo 2 per mille. La commissione di valutazione dei progetti, costituita in seno al Consiglio direttivo nazionale, ha stabilito di finanziare i seguenti progetti di restauro, recupero, promozione e valorizzazione del patrimonio storico, artistico, architettonico e artigianale dei territori coinvolti:

Progetti territoriali:

  • Padova - Restauro trittico dipinti Madonna con Bambino 1500/1600 - Chiese arcipretali di San Martino di Lupari, Trebaseleghe e Camposampiero - euro 33.000
  • Arezzo - Progetto "La difesa e la valorizzazione del nostro patrimonio culturale artigiano" - euro 15.500
  • Novara - Interventi di recupero stele caduti Provercelli Stadio Silvio Piola e targa caduti Novara Stadio E. Patti - euro 8.759,60
  • Prato - Restauro Oratorio San Bartolomeo - euro 30.000
  • Avezzano - Restauro dipinti murari Chiesa Santa Maria in Valleverde - Celano - euro 20.000
  • Viterbo - Restauro dipinti altare maggiore - euro 35.000
  • Foligno - Restauro conservativo Sala Zuccari Comune di Spello - euro 35.000
  • Savona - Creazione Giardino della Ceramica - Fossato S. Anna - euro 25.000
  • Imperia - Restauro Polittico Sacra Famiglia - euro 18.000
  • Palermo - Portone Ligneo ingresso Teatro Massimo - euro 34.900
  • Enna - Restauro Pala d'Altare Chiesa dei Cappuccini - euro 30.000
  • Siracusa - Museo della mandorla di Avola - Restauro e recupero antichi macchinari - euro 25.000
  • Messina - Recupero ciborio e tabernacolo cattedrale 1500 - euro 29.890
  • Lecce - Restauro conservativo Portone Ligneo del Duomo di Lecce - euro 35.000
  • Ferrara - Restauro decori abside Chiesa di San Clemente Vescovo in Portoverrara - euro 30.000

Le iniziative, che verranno realizzate da restauratori locali esperti, con il supporto delle diocesi e delle Amministrazioni comunali e provinciali di competenza, stanno riscuotendo un enorme successo e dimostrano, ancora una volta, l'attenzione che l'associazione rivolge alla tutela dei territori, anche attraverso la promozione ed il recupero del patrimonio storico ed artistico locale. Gli interventi verranno realizzati, con variabili legate alle caratteristiche peculiari di ciascuno ed alla concessione del nulla osta degli uffici di Soprintendenza competenti per territorio, nel periodo che va da febbraio a fine giugno 2019.